Carrello:

0 item(s) - 0,00 €
Non hai articoli nel carrello.

0

I Prodotti Tipici

 

Questo territorio è caratterizzato da una straordinaria varietà di ben noti prodotti agro-alimentari tipici, come l’aceto balsamico, il Parmigiano-Reggiano, le lasagne, il lambrusco, il cotechino e lo zampone, fino alla ciliegia di Vignola. Nel seguito segnaliamo alcuni altri prodotti tipici, meno noti ai forestieri ma altrettanto entusiasmanti.

Tortellini

Uno dei piatti più conosciuti della cucina tradizionale, è composto di una pasta sfoglia all’uovo ripiena. Il ripieno è tipicamente preparato con carne di maiale e vitello, salsiccia, prosciutto crudo, mortadella e Parmigiano-Reggiano. La tradizione impone che siano consumati in brodo di carne o conditi con panna.

Tortelloni

Altra tipica specialità alternativa ai tortellini, composta da pasta all’uovo fatta in casa e diversi tipi di ripieni. I più comuni sono ricotta, ricotta e spinaci, zucca o patate. In ognuno di questi ripieni è presente il Parmigiano-Reggiano. Si possono consumare asciutti con diversi condimenti: ragù, soffritto o burro e salvia.

Tigelle

Note anche come “crescentine”, anticamente venivano preparata su dischi di terracotta o pietra refrattaria che si chiamavano proprio tigelle. Acqua, farina, grano tenero e lievito di birra sono gli ingredienti della tigella, che viene poi farcita con salumi e formaggi. È possibile abbinarla anche con crema di cioccolato o marmellata, ma soprattutto con la tradizionale pesto o “cunza”.

Ciacci

Noti anche come “borlenghi”, sono costituiti da un impasto semi-solido di farina, acqua e sale, fatto cuocere in piastre di metallo scaldate sul fuoco. Ha l’aspetto di una crèpe salata ma più sottile e croccante. È tradizionalmente farcito con battuto di lardo, aglio e rosmarino e una spolverata di Parmigiano-Reggiano. 

Ciccioli

Specialità della tradizione gastronomica emiliana, sono un prodotto ottenuto dalla lavorazione di parti povere del maiale, sottoposte a lunga bollitura, poi compresse e condite con sale e pepe.

Nocino

È il più noto tra i liquori della tradizione del territorio. È un infuso in alcool dei malli verdi delle noci, dal sapore intenso e dalle proprietà digestive. Si dice che possa essere prodotto solo con le noci raccolte la notte di San Giovanni, quando la noce può ancora essere attraversata da uno spillo.

Savòr

È una marmellata tipica della tradizione contadina emiliana. Viene prodotto in tardo autunno cuocendo il mosto d’uva assieme a diverse varietà di frutta, come mele, pere, mele cotogne, zucca e quant’altro disponibile. Si accompagna molto bene con formaggi teneri ed è ottimo per farcire dolci.

Bensone

Questo dolce consiste in una specie di pane dolce, di forma ovale e cotto al forno. Può essere farcito con marmellata o savòr e si gusta, tipicamente a domenica, tagliandolo a fette e inzuppandolo nel lambrusco.

Torta Barozzi

Delizioso dolce tipico di Vignola, a base di cioccolato, mandorle e caffè, la cui antica ricetta è ancora un segreto ben custodito. È così chiamata in onore di Jacopo Barozzi, famoso architetto di Vignola vissuto nel XVI secolo.